Progetto Italiano Junior Volume I .pdf



Nom original: Progetto_Italiano_Junior_-_Volume_I.pdf

Ce document au format PDF 1.7 a été généré par , et a été envoyé sur fichier-pdf.fr le 14/02/2012 à 21:21, depuis l'adresse IP 41.225.x.x. La présente page de téléchargement du fichier a été vue 6955 fois.
Taille du document: 46.3 Mo (172 pages).
Confidentialité: fichier public


Aperçu du document


T. Mari n -A. Albano

Corso multimediale di italiano per adolescenti

LIBRO DI CLAGGS'
S' GLJADS'RpJo DS'GLI S'GS'RCIZI

T. Mari n -A. Albano

Corso multimediale di italiano per adolescenti
VOLUME l

''Prime avventure''

T. Marin dopo una laurea in ltalianistica ha conseguito il M aster Ttals (Didattica dell ' italiano) presso 1 'Università Ca'
Foscari di Venezia e ha maturato la sua es pe rien za didattica insegnando presso varie scuole d'italiano. È direttore di
Edilingua e autore di diversi testi per l'insegnamento della lingua italiana: Progetto italiano l, 2 c 3 ( Libro dello studen­
te), La Prova orale l e 2, Primo Ascolto, Ascolto Medio, Ascolto Avanzato, l 'Intermedio in tasca, Vocabolario Vis u a le e
Vocab o la rio Visuale - Quaderno degli esercizi e coautore di Nuovo Progetto italiano Video e Progetto italiano Junior
Video. Ha tenuto numerosi seminari e formato do c en ti in tutto il mondo. Ha progettato l'intero corso Progetto italiano
Junior e curato il Libro di cla sse .
A. Albano è laureata presso lo IULM
no al liceo Gulf Coast High School

di Milan o in Lingue
(N a p le s,

Foundation Teacher of the Year 2004/05

-

Uniti.

e L et terature
Florida). Ha ri ce vuto il

Straniere e ora in se gn a come docente di italia­
riconoscimento

di

N a tional Jlalian American

Collier County Tcachcr of D istinction e ha tenuto vari seminari neg li Stati

gli amici insegnanti che, visionando e provando il
dejìnitiva. In partico lare le p rof ss e Flavia Forn ili (Scuola

Gli autori e l 'editore sentono il bisogno di ringraziare

materiale in classe, ne hanno indicato la forma

,

Media Statale L. Majno - Milano), Valeria La/li (Scuola Europea di Bruxelles !!), Maria Carla Borgogni e

Stefania Carella.

!njì ne, un pensiero particolare va ai redattori e ai grafici della casa editrice per l 'impegno projùso.

alla mia fa miglia
T. Marin

a mio figlio Massimo Andrea
A. Albano

© Copyright edizioni Edilingua
Sede legale

Via Paolo Emilio,
info@edilingua. i t

laTP.rta
� ll\�ogno C!' diuto
'\\. <::J'e\ \UO 3flJ/o_i

28 00192 Roma

Ogni azione umana ha un impatto

il

sull'ambiente.
convinti che

A

Editingua siamo

futuro del nostro

"la Terra ha bisogno del
tuo aiuto" è una piccola ma co­
Pianeta dipende anche da ognuno

di noi.

www.edilingua.it

stante campagna di sensibitiz­
zazione rivolta agli studenti: ogni
nostro libro vuote essere un invito

Deposito e Centro di distribuzione

Via Moroianni, 65

Tel.

+ 30

12133 Atene

riduzione delle emissioni di C02.
mazioni sul nostro sito (in "chi siamo").

atta riflessione, uno stimolo al risparmio energetico e
alla

21 O 57.33.900
Fax +30 210 57.58.903

Ulteriori infor-

Scanned by Ratio aeterna
IP - KL - FF - BU

II e dizi o ne: gennaio 2011

ISBN: 978-960-693-032-4

Redazione: A. Bidetti, M. Dominici, L. Piccolo

F oto: M. D i aco T. Marin, archivio Edilingua
Impaginazione e progetto grafico: Ed igraf srl Graica, Vicenza; Edilingua
Illus trazioni: L. Sabbatini, M. Valenti
Regi s tra zioni : Autori Multimediali, Milano
,

-

f

Gli autori apprezzerebbero, da parte dei colleghi, eventuali suggerimenti, segna/azioni e commenti

sul! 'opera

(da in viare

Per la traduzione del

a

redazione@edilingua.it)

glossario

(disponibile sul nostro sito) ci siamo affidati a uno studio di traduzioni spe cia lizza to

(Pantaservice gruup, Ancona). Tuttavia, consapevoli del fatto che niente potrà mai sostituire l ' esperienza diretta in

classe, invitiamo tutti gli insegnanti a contribuire al mi glior amen to dei glossari (inglese, francese, tedesco, spagnolo, por­

toghese)

manda ndo ci eventuali corre�ioni e s u ggerimen t i.

l diritti di traduzione, di memor iz zazione elettronica, di riproduzione e di adattamento totale o parziale, con qual­
siasi mezzo (compresi i microfilm e le copie fotòstatiche), sono riservati per tutto il mondo.
L'editore è a disposi zione degli aventi dir it to non potuti reperire; porrà inoltre rimedio, in caso di cortese segna lazione ,

ad eventuali omissioni o inesattezze nella citazione delle fon ti.

Premessa
Scopo del presente manuale è quello di coprire, a nostro avviso, un importante vuoto nella bibliografia
deli'italiano per stranieri.

È vero che Progetto

itaLiano Junior non è il primo corso che si rivolge ad ado­

i,a di età, ma di un manuale proget­

lescenti e preadolescenti, tuttavia crediamo, ed è stata sicuramente questa la nostra ambizione, che non
si tratti semplicemente di un

manuale adatto a studenti di questa

fasc

tato e realizzato specificamente per questi raga zzi E, secondo noi, c'è una bella differenza. Infatti, il
.

corso è caratterizzato da continui riferimenti alla quotidianità e alla realtà vissuta dagli adolescenti: arti­

sti, libri, atleti, musica, abitudini, passatempi e così via. Ri feri menti che ripercorrono tutte le unità sti­
molando gli studenti ad avvicinarsi attivamente alla cultura e alla lingua italiana.
Come abbiamo lavorato (e perché)

All'origine di ogni opera c'è un'idea. Questa idea, di preparare la versione junior di un manuale di gran­
de successo internazionale, è maturata e si è rafforzata in seguito alle richieste di tanti colleghi che per
anni hanno usato Nuovo Progetto itaLiano in classi di adolescenti. Diversi insegnanti ci ham10 più volte
chiesto una versione più adatta. E siccome Edilingua è abituata ad ascoltare attentamente gli insegnan­

ti d'italiano, la prima fase è stata quella della raccolta di feedback: un questionario, compilato da cen­
tinaia di colleghi operanti in tutto il mondo, ci ha permesso di capire meglio le loro esigenze e quelle

dei loro studenti. E chi insegna ad adolescenti sa bene che di particolarità, rispetto agli adulti, ce ne

sono. Dall analisi di questi dati, e da una profonda riflessione, è diventato subito chiaro che non basta­
'

va cambiare solo qualcosa, per lo meno se si voleva preparare un Libro veramente

valido.

Il passo suc­

cessivo è stato quello di analizzare tantissimo mater iale, oltre a siti e riviste per ragazzi, anche altri
manuali: corsi di inglese, di spagnolo, di francese, di ted e sco e d'italiano. TI ris ultato sono state tante

idee, da valutare, filtrare, adattare, personalizzare secondo le nostre esperienze di in segnamento della

lingua italiana ad adolescenti, per giungere ad avere una struttura dell'unità che convinceva non soltan­
to noi auto �i ma anche i tanti colleghi coinvolti e i redattori della casa editrice.

Alla stesura del libro, durata diversi mesi, è seguito un periodo di prova e di lettura critica da parte di

olleghi di vari Paesi, insegnanti nella scuola media inferiore e superiore. l loro preziosi commenti ci

hanno pe1messo di rielaborare e definire il materiale di questo volu me che avete tra le mani.
La filosofia del libro

Abbiamo cercato di rispondere alle problematiche dell'insegnamento ad adolescenti e preadolescenti,
preparando materiale altamente motivante attraverso una vasta varietà di tecniche e attività, input più
brevi e meno impegnativi (ma sempre delle "sfide superabili"), una filosofia di scoperta di tutti gli ele­

menti nuovi (gr ammaticali, lessicali, comunicativi ecc.), attività ludiche facili da capire e divertenti da
eseguir e .

Una scelta fondamentale è stata quella di inventare una storia a fumetti, che percorre tutte le 18 unità

didattiche del corso, e che vede cinque protagonisti, ragazzi e ragazze, personaggi completi con cui gli
studenti si possono identificare. Personaggi che hanno gli stessi loro interessi, affrontano gli stessi pro­
blemi, vivono le loro stesse ansie ed esperienze, usano un linguaggio giovanile. Il tutto visto con reali­
smo e la necessaria dose di umorismo.

Ogni unità didattica è suddivisa in due sottounità (o unità di apprendimento), a loro volta suddivise in
sezioni. Ciascuna sottounità ha la propria struttura, è autonoma ma allo stesso tempo legata ali'altra
dalla tematica trattata, per questo vengono chiamate "Prima" e "Seconda parte" e comprendono, ognu­

na, un episodio della nostra storia, il più delle volte un dialogo a fumetti. Alla fine della prima sottou­

nità, un piccolo simbolo con lo "Stop" consiglia di svolgere una breve attività di revisione; al termine
della seconda sottounità è invece prevista un'autovalutazione generale. Scopo di questa suddivisione è
rendere più graduale l'apprendimento, nello spirito deli'approccio umanistico-affettivo.

Scopo della sezione Progettiamo, ali' interno della rivista per ragazzi Conosciamo l 'Italia, posta alla
fine di ogni unità, è quello di far collaborare i ragazzi su èompiti brevi e concreti, mettendo in pratica

quanto appreso, comunicando in italiano nello spirito del task based learning e del Quadro Comune
Europeo per le Lingue. Simile l'obiettivo delle

@t t ività online,

presenti sul sito di Edilingua.

Novità e innovazioni
In base al feedback che abbiamo ricevuto, molti elementi di Nuovo Progetto italiano, e soprattutto la
sua filosofia e struttura, erano da conservare anche nell'edizione junior. Sarebbe stato poco in telligen­

te da patte nostra buttare via idee che si sono dimostrate valide e largamente apprezzate. Ma non ci

siamo limitati a questo. Progetto italiano Junior non è una versione "alleggerita", ma è un corso stu­

diato e realizzato per studenti giovani e ne rispetta i ritmi, le esigenze di apprendimento e soprattutto

gli interessi.

Più in dettaglio, altre caratteristiche di Progetto italiano Junior, oltre a quelle sopracitatc: le sezioni

sulla civiltà italiana sono strutturate come un magazine giovanile, con notizie e informazioni che inte­
ressano gli adolescenti; l'appendice grammaticale (Grammatica@junior) affronta analiticamente ogni
fenomeno grammaticale studiato; una grafica molto moderna, dinamica, adatta a questa fascia di età
mantiene il giusto equilibrio tra fumetti e materiale fotografico; il Quaderno degli esercizi, a colori e in

un unico volume con il Libro di classe, contiene attività ludiche, un test finale per ogni unità ed eserci­
tazioni varie che rispecchiano le tipologie delle certificazioni Celi, Cils, Plida e altri diplomi; un glos­

sario multilingue (inglese, francese, tedesco, sp agnolo c portoghese), disponibile on line, rende il corso

ancora più adatto a studenti di varie nazionalità; il Cd audio, oltre ai testi di ascolto, contiene i dialoghi

e varie interviste autentiche ad adolesc enti italiani per dare agli studenti la possibilità di ascoltare i pare­
ri, i sentimenti, le esperienze dei loro coetanei, nonché una varietà di accenti.

Infine, la sez ione "Attività video" posta dopo il Quaderno degli esercizi crea una diretta connessione

tra corso cattaceo e i tre DVD di Progetto italiano Junior Video. Le attività proposte sono relative ai tre

percorsi del video: episodi, interviste, quiz. Seguendo la stessa progressione lessicale e grammaticale
del libro, ogni episodio è una mini-storia che il più delle volte si svolge tra i due dialoghi di ogni unità,
in modo tale da completarli. Quindi una sit-com da guardare o durante le unità (come suggerito con
apposite note) o in piena autonomia quando il programma scolastico lo pennette, come un telefilm,
senza per questo perdere il suo interesse e la sua validità didattica.
Altri materiali integrativi al corso Proget to italiano Junior, che renderatmo senz'altro la vostra lezi one

più facile e stimolante, sono la Guida per l 'insegnante (con interessanti idee, consigli e suggerimenti
sull'uso del libro) e il blog musicale (www.musicaperjunior.blogspot.com) in cui gli studenti troveran­

no un videoclip di una famosa canzone italiana per ogni unità del libro, scelta in base all'argomento o
ai contenuti linguistici di quest 'ultima. Per ogni canzone vengono proposte due o tre attività didattiche
che gli studenti possono svolgere autonomamente a casa oppure in classe.
Rimanete connessi al sito di Edilingua, non solo per scoprire i nuovi sussidi didattici che integrano il
corso di lingua, ma anche per inviarci commenti e idee sia sulla serie Junior sia su altro materiale didat­
tico che già utilizzate o di cui avreste bisogno.
Grazie e buon lavoro!
Gli autori

Legenda dei simboli

Attività in coppia

Role-p/ay

Situazione comunicativa

26




/\ scoltate la traccia

n. 26 del CD audio



Svolgete il Minitest a

pag i n a

libera

Produzione scritta
@ttività online

Attività Iudica da

svolgere in

Produzione orale

classe

138

Nel Quaderno
degli esercizi fate
l'esercizio

Andate a www.edilingua.it e
fate le attività online

lO

Consultate an c he la

Grammatica@junior a pagina

140

unità introduttiva

Benvenuti!.
Parole e lettere

1

Osservate le foto. Cos'è l'Italia per voi?

..

2

Lavorate in coppia. Abbinate le foto numerate a queste parole.

musica

s pa g h etti

p i zza

c a p pucc i n o

ca l c i o (spo rt)

a rte e sto ria

moda

cinema

\

�; .
.... Li:_ J.i ttf"� .
.'

-�

edizioni Edilingua

Le lettere dell'alfabeto: ascoltate.

L'alfabeto italiano

H h

a

Cc

Dd
E

e

Ff

l i

bi

Ll

ci

Mm

di

Nn

e
effe

gi
i l u nga
ics

4

5

O

o

Pp

Kk

a cca

el l e

emme
enne
o
pi
ca p pa
i ps i l o n ( i g reca)

qu

Ss

Tt

Uu

V

v

Zz
W

w

erre
esse
ti

u
vu (vi)
ze t a
vu d o p p i a

I n parole d i origine
straniera

Pronunciate lettera per lettera le parole dell'attività 2 .

Pronuncia (1 ) Ascoltate e ripetete le parole.
.

ca: casa, m usica
co: cosa, ascoltare
eu:

ci: ciao, cinema
ce: cellulare, cena

chi: chiavi, Chiara
che: amiche,
pacchetto

g i : pagina, giusto
ge: gelato, A rgen tina

g h i : Inghilterra,

scuola, cucina

ga: gatto, regalo
go: dialogo,
singolare
gu: lingua, gusto

dialoghi
ghe: margherita,
Ungheria

introduttiva

Benvenuti!
6

Prima parte

Ascoltate e scrivete le parole.

c . . . . . . . . . . . . . . . . . . )(

..

. . .)(

................. ... .............

................... ........ ......

. ) ( . .( . .

.. . .... .. ......................

.)(

....................................

Italiano o italiana?

1

Osservate le immagini e le parole. Cosa notate?

2

Lavorate in coppia. Abbinate parole e immagini e scoprite l'errore!

3

Quali sono le desinenze (ultima lettera) del singolare e del plurale? Osservate.

l sostantivi

s i n g o l are: -o, -e

p l u ral e: -i

singolare: -a, -e

p l u ral e: -e, -i

l i b ro

l i b ri

borsa

borse

studente

stud e n ti

classi

)

edizioni Edilingua

4

Mettete i sostantivi al plurale.

1 . p e n n a .......................--.

5

2. macc h i na rossa

1

0

-- - --r

.J

3. pesce .. ........... .. . .
.

.

.

... . ·-····

......;:.·
)

S. a l be ro

............................. .

Mettete al plurale.

1 . ragazzo a lto

C



3. p e n n a n e ra
4. casa n u ova

·'

.

Osservate:

rag iiHo ita l iano c) ragazz i it al i a ni ''t'"
..
. ..,...

ragan:a ita l iana c) ragazze ita l iane - ::-:·
.
--�..

'



2e3

Ciao, io sono Gianna...
Ascoltate i due mini dialoghi. A quale foto corrisponde ogni dialogo?

introduttiva

Benvenuti!
5

!)>

2

Lavorate in coppia. Ascoltate di nuovo e completate i dialoghi.

a.
Stella:

Gianna:
Bob:

3

Pr ma parte

b.
Giorgia:
Matteo:

B u o n g i o rn o, G i a n n a . Q u esti so n o
G a ry e B ob.
C i a o, i o ......................... G i a n n a . S i ete
a m e r ica n i?

C i a o, q u esta ......................... D o l o res.
' Piacere Dolores, i o sono Matteo.
Sei spag n o l a ?

lo s ono a m erica n o, l u i è i n g lese!

Dolores:

Sì , e t u ?

Matteo:

S o n o ita l ia n o.

Il verbo essere

Leggete i dialoghi
e completate
la tabella.

Osservate i disegni e oralmente costruite delle frasi come nell'esempio.

Lui è Paolo, è italiano.

5

l..avorate fn coppfa. Costruite def mfnf dfaioghf come neWesempfo�


6

"Ci ao , io sono Gàbor. Sono u ngherese. "



"lo sono He len , sono i n g lese . Pi acere . "

Adesso presentate il vostro compagno alla classe.

4e5

edizioni Edilingua
6



7

Pronuncia (2). Ascoltate e ripetete le parole.

s:

sport, sedia
ss: osservate,
espresso

7



8

Seconda Parte

O
1

se:

casa, frase

uscita, pesce

ma: maschera,
maschile

Ascoltate e scrivete le parole.

..................................... J

·

s:

.....................................

J

-----===

Il ragazzo o la ragazza?
Lavorate in coppia. Abbinate le immagini alle frasi ascoltate. Attenzione, ci sono due
immagini in più!

10

Unità

Benvenuti!
2

introduttiva

Seconda parte

Osservate la tabella e completate le frasi che seguono.

L'articolo determinativo

singolare

p l u ra l e

il ra gazzo

i

l ' Q.l bero

gli Q.l beri

lo studente, zio

g l i stu d e n t i , z i i

ragazzi

fem m in i l e
singolare
la ragazza

le

l ' Q.u l a

le Q.u l e

l. Qu esta è ............. . p e n n a d i Pa o l o .
.

2. Ma d ove s o n o ............... ch iavi?

3. .. ....... . st u d e nti d 'ita l i a n o sono m o l t i .
....

3

.

Completate con gli articoli. d

6e7

p l u ra l e

ra gazze

4 . Q u esto è

5. I l ca l c i o è

...............

l i bro d i A n n a ?

. . .. . .. spo rt che p referi sco!

... . ..

. .

6 . Scusa, è q u esto ............... a utob u s per il centro?

edizioni Ed i l i n g u a

\

4

Formate delle frasi come nell'esempio: "La macch i na è rossa':

casa

studenti

8

5

Completate la tabella con i numeri dati.

({

uno

tre

otto

1 ...................

6 sei

2 due

9

1


6

�\
7 sette

3 ...................

8 ..................

4 q uattro

9 nove

.

10 d i eci

5 cinque

Pronuncia (3). Ascoltate e ripetete le parole.

gn- gl-

g n : bagno, spagnolo

z

g l : famiglia, gli

z: zero, zaino

azione, canzone
ma: inglese, globale
zz: mezzo, azzurro

pezzo, pizza

10

� 7



---

Ascoltate e scrivete le parple.

Unità

Benvenuti!

-Chi

è?

1

Ascoltate e completate con le parole mancanti.

2

Completate la tabella con le parole in blu dell'attività B 1 .

3

introduttiva

Seconda parte

Il verbo avere

Abbinate le frasi.

l. Q u a n t i a n n i h a i ?
2.

E tu co m e ti c h i a m i ?

3 . Come s i c h i a m a i l cane?

4. C i a o, io mi c h i a m o Matteo.

a. Si chiama Fido.
b . 13 (tred i c i ) .

c. E i o sono Pa o l a , piacere.
d. Anton io.

9- 11

e d i z i o n i Edilingua



4

Lavorate in coppia. Ascoltate i numeri e completate.

5

:) Sei A: chiedi al tuo compagno:

:) Sei 8: rispondi alle domande di



come si chiama



quanti anni ha



come si scrive (lettera per lettera) il suo nome e cognome

A.

Alla fine A riferisce alla classe le risposte di 8 ("Lu i/Lei s i c h i a m a ... , h a .. : ) .
'

12


6

Pronuncia (4). Ascoltate e ripetete le parole.

doppie consonanti

cc:

piccolo, cappuccino

ff:

caffè, difficile

g g : aggettivo, messaggio
Il :

7

Ascoltate e scrivete le parole.

g

-----

--

bello, giallo

-

-

m m : mamma, gomma
n n:

rr:

tt:

nonna, Anna
arrivederci, Ferrari
settimana, lettera

Benvenuti!

Unità

introduttiva

Seconda parte

In classe

13

Test fi n a l e

fii1
--

-

r-- - -



l'ITALIA

Periodico per ragazzi

Città italiane
Queste sono alcune immagini di città italiane:
Venezia e Roma.

completate con

nità intr od uttiva
U
Completate il cruciverba.

Orizzonta l i
1 . N o i . . . tutti stu d e n ti.

2. 1 9 + 1 = ...
3 . .. a m ic i d i Con s u e l o sono sim patici.
5 . . . . a n n i ha Pao l a ?
8. l o m i c h i a m o Stefa nia . T u co m e . . . ?
9. -So n o A l berto e Vero n ica ? -N o, n o n sono .. .
.

Vertica l i
1 . Voi .. . stra n i e ri?
4. Va l e ria è . . , di Roma.
6 . P rofessoressa, n o i n o n ... il q u a d erno.
.

7. A n d rea e M a ri s a . . . un g a tto n e ro.

Controllate le .soluzioni a pagina
Siete soddisfatti?

1 65.

Per cominciare ...
1

Osservate le immagini e discutete: cosa è più bello il primo giorno di scuola?

TIW

ritrova re i p rofessori

rived e re g l i a m i c i

2

conoscere n u ovi com pag n i

Tra queste materie
quale preferite?

matematica
i n fo rmatica
sto ria
i n g l ese
g eog rafia
ca m b i a re c l a sse o scuola

fa re lezione

3

Quali parole conoscete? Scambiatevi idee.

n u ovo

tre n o

macch i n a

messa g g i o

ra g azza

scrive

't 1 :
.l ;

7•

...

impariamo a fare conoscenza, a salutare, a chiedere e dare informazioni, a usare la

forma di cortesia, a descrivere l'aspetto fisico e il carattere di una persona;

2

. ...

3

. ...

conosciamo il presente indicativo, l'articolo indeterminativo, gli aggettivi in -e;
troviamo alcune informazioni sulla scuola italiana.

edizioni Edilingua

Ascoltate il dialogo e osservate le vignette.

Sì, sempre in treno:
papà non ama prendere
la macchina. Pranziamo

Non tutti

...

Solo Pao lo e quella
ragazza castana
che scrive al cel lulare.

2

Ascoltate di nuovo il dialogo e indicate se le affermazioni sono vere (V) o false (F).

V

l. C h i a ra è n u ova i n q u esta s c u o l a .
2.

F

I l pa d re di C h i a ra lavora fu o ri città.

3. Og n i matt i n a C h i a ra prende i l treno.

4. C h i a ra con osce g i à tutti i com pag n i d i cla sse.
5. Pa o l o ama mo lto g i oca re a c a l cio.

3

Leggete il dialogo e rispondete.

l . Dove a b ita C h i a ra ?
2. Con q u a l e mezzo d i trasporto torna a casa dopo la scuola?
3 . Che cosa fa G i u l i a ?

4

In coppia osservate queste frasi e spiegate nella vostra
lingua il significato che hanno qui le parole in blu.

Ciao, sei n u ova, n o ?
Benve n uta ! l o sono A l es s i a .
l o sono C h i a ra . Piace re.

5

Completate il dialogo con: lavora, c e l l u l a re , prende , t re n o , abiti a m o.

Alessia: E d ove a bitate?
Chiara: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ... fu ori città. M a m i o
.

.

pad re .. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . q u i v i c i no.
Alessia: E og n i g i o r n o prend ete il . ... . . . . ....
.

. .

.

..................?
Chiara: Sì , mio pad re non . . . . . . . . . ... . . ... ... . . . . . . . .

q u a s i m a i l a m a cch i n a, è u n eco l o­
g i sta .
Alessia: A h , come l a mad re d i G i u l i a . Co n o­

sci G i u l i a ?
Chiara: È q u e l l a ra gazza c o n i capel l i casta-

ni che ha se m p re il . . ........ ... .............. .
i n m a n o, n o ?
Alessia: S ì , è l ei. ..

ed izi o n i E d i l i n g u a

6

Completate l a tabella.

Il presente in dicativo

1a

io

co n i u g azione

2a

con i u gazione

3a

con i u gazi o n e

-a re

-ere

-i re

lavorgre

pr�ndere

dormire

............................

p re n d o

dormo

l avori

p re n d i

dorm i

lavora

p re n d e

tu
lui
lei

............................

Lei

7

dorm iamo

noi

lavor i a m o

voi

lavorate

p re n d ete

d o r m ite

l o ro

lavora n o

p re n d o n o

dormono

............................

Abbinate le frasi ai disegni. Qual è l'infinito dei verbi?

1. Q u a n d o pa rte i l tre n o ?

_pgr.W�

4 . Ragazzi, c h e cosa leggete d i solito?

..............................

2.

Rag azzi, d o r m ite bene l a n otte?

3. A c h i m a n d a ta nti messaggi G i u l ia ?

5 . C h e cosa m a ngia n o d u ra nte l 'interva l l o?
6. Ragazzi, c h e ti po d i m u s i ca asco ltate?

A
8

scuola

Con l'aiuto di queste parole rispondete alle domande dell'attività A7, secondo l'esempio.

Il tre n o pa rte adesso!

a d esso!

a u n'a mica

così e così

fu m etti

la frutta

roc k

l -4

Una giornata importante!

1

Leggete il blog di Chiara e fate l'abbinamento.

C h e gio rn ata oggi! U n a g i o rnata i m po rta nte, u n a sc u o l a n u ova, ta nti n u ovi
compag ni!
Vedia mo: A l essia è u n a rag a zza bel la e intel lig ente. Pao l o è un ragazzo g enti­
l e, m o l to spo rtivo. Giu l ia è s i m patica e . . . a m a com u nicare :) E Din o è u n rag az­
zo ... che non parla m o l to e a scolta ta nta m u sica. Tutti ragazzi interessa n t i .
Alessia è

Pao l o è

Giu l i a è

Din o è
u n'a mica d i Alessia, sim patica.

u n rag a zzo c h e n o n parla m o l to.
u na ragazza inte l l ig ente.

2

3

un ra gazzo sportivo.

Rispondete alle domande.
1 . P e rc hé q u esta è u na gio rnata i m porta nte per Chia ra ?
2 . Come s o n o l e d u e n u ove c o m p a g n e d i C hia ra ?
3 . Come sono i d u e ra gazzi?
4. Chi d i voi ha u n b l og e che cosa scrive?

Completate con: un', un, una.

L'articolo indeterminativo

rag a zza

libro
a mico
stu d e n te

--�-----�-

stud e n tessa
a m i ca

S-7

ed i z i o n i E d i l i n g u a

C

16



1



Ciao Maria!
Ascoltate i mini dialoghi e indicate a quali foto corri­
spondono. Dopo ascoltate di nuovo e verificate le vo­
stre risposte.

2

Osservate la tabella con i saluti e scrivete quello adatto a ogni illustrazione.

Salutare
Buongiorno!
Buonasera!

Buonanotte!
Ciao! (in fo rmate)

Ci vediamo! (in fo rmate)

Arrivederci!
A domani
A dopo

1

.

............................................. .

2 ..............................................

3 ..............................................

4 ..............................................

3

Role-play

:) Sei

:)

_
__



_

.

.

.

A : saluta un compagno:



a scuo l a l a mattina



a l tel efo n o verso l e 8 d i sera



a l l 'uscita di scuo l a



al telefo n o p rima d i a n d a re a l etto



q u a ndo a rrivi i n p i a zza a l l e 5 d e l p o m e rigg i o

Sei 8 : rispondi a i saluti di

8

A.

A

scuola

O
1

Di dove sei?
Prima di parlare con Alessia (pag. 18), Chiara conosce Paolo. Ascoltate il dialogo e com­
pletate le frasi.

l. Ciao, io m i

2

................................

Pa olo.

2.

Da .

3.

S i a m o a ................................ da d u e mesi.

. ............. te m po sei q u i ?

. ............ ....

4. In u n o ................................ qua vici n o.

5. Dove a b itate, q u i i n ................................ ?

6. M i o pa d re ................................ i l tre n o a l l'a uto.

Lavorate in coppia. Cercate di mettere in ordine le vignette. Riascoltate per verificare.

No, in treno sono

15 minuti . Mio padre

preferisce il treno
all'auto.

3

Secondo voi, usiamo le espressioni in blu per chiedere o per dare informazioni?

4

Rispondete alle domande.

l. D i d ov'è C h i a ra ?
2.

Perché è a Fi renze?

3.

C h e l avoro fa i l pa d re d i C h i a ra ?

4. Dove a bi ta n o ?

e d i z i o n i Ed i l i ng ua

5

Abbinate le domande alle risposte.

Chiedere informazio n i
Da re i nformazioni
Tu sei Chiara, vero? -------_.._ S o n o di B a r i .
E tu, co m e ti c hia mi?
Sì .
È a rchitetto.
Di d ove sei?
Da q u a nto te m po siete q u i ?
Fuori città.
C h e l avoro fa ?
S i a m o q u i da d u e mesi.
Dove a bitate?
l o mi c h i a m o Paolo.

6

7

:) Sei

:) Sei 8: rispondi al le domande di

A : chiedi al tuo compagno:



come s i chia m a



di d ove è



q u a nti a n ni h a



d ove a bita



A.

d a q u a nto te m po stu d i a l 'ita l i a n o

Leggete di nuovo il dialogo di pagina 23 e completate la tabella con le forme verbali
date.

Il presente indicativo

-

3a coniugazione

preferisc o no

io

d o r mo

tu

dormi

lui
l ei
Lei

d o r me

noi

d o r m ig_mo

p referig_m o

voi

d o r mite

prefe rite

dQrmo n o

. -E
1

p refe risci

· · · · · · · · · · · · · · · · · · ···

.....................

p refe risco

Come dormire: a p r i re, offri re, parti­
re, sentire ecc.
Come preferire: fi n i re, ca pire, spedi ­
re, p u l i re, c h i a rire, costruire ecc.
9 e lO

Lei, come si chiama?

Leggete il dialogo B2 alla pagina successiva e
indicate le informazioni presenti.
1.

Preferisce

·· · · · · · · · · · · · · · · · · · · ·

I l professar Rossi è d i Peru gia .

2. I n seg na da molti a n ni.
3. La materia p referita di Chia ra è la storia.

4 . I l professar Rossi conosce il pa d re d i C hia ra.

Perugia, Piazza 4 novem
bre

A
2

scuola

Una delle due persone usa la forma di cortesia, cioè un registro formale. Chi, secondo
voi?
Prof. Rossi:

Tu sei C h i a ra Za n ett i ?

Chiara:

Sì, p rofessore. E Lei, co me s i c h i a m a ?

Prof. Rossi:

l o s o n o i l p rofessore A l d o Ross i .

I n i ta l ia n o è po ss i b i l e dar
e del t u a
u n a per son a (co m e fa i l p
rof. Ros si)
o p p u re dare del Lei (co m e
fa Ch i a ra ) .
I n que sto ca so u s i a m o i l ver
bo a l la
ter za p e rs o n a s i n g o l a re.
O � est 'u l t i ma è l a fo rma di cor
te s i a .
ESJSte u n a for ma s imi l e nel
l a vos tra
l i n g u a ? ( p. 1 4 2)

N o n s e i fi o renti na, vero? Di d ove se i ?

3

Chiara:

D i B a r i . E Le i, è d i Fi renze?

Prof. Rossi:

N o, sono d i Perugi a .

Chiara:

E qu a l e materia i n seg n a ?

Prof. Rossi:

I n seg n o matematica. S e i b rava i n matematica?

Ch iara:

Abbastanza, ma ... p referi sco l a sto r i a !

Ascoltate i mini dialoghi. Quali sono informati e quali formali?

informale

4

formale

C

d ia l og o

A

d i a logo

d i a logo

B

d ialogo D

informate

formale

:) Sei A: riguarda l'attività B2 e chiedi a un professore:


i l suo nome



la s u a città d i orig i n e



l a materia c h e i n segna



d ove a b ita

:) Sei 8: rispondi ad A e continui: "E Lei?".

Com'è?
Mettete in ordine il dialogo e poi ascoltate per la verifica.

Com'è G l o r i a ? Bel l a ?
E co m e s o n o i n a s i a l l a fra ncese?
B i o n d a e ha i ca pe l l i m o lto l u n g h i . Ha g l i occh i a zzu rri e i l
n a so a l la francese .
Sì, è a lta e a b ba sta n za magra . È a n c h e m o lto s i m patica .

È b iond a o b r u n a ?
Co m e q u e l l o d i G l o r i a !

- 11

ed i z i o n i Ed i l i n g u a

2

Completate gli spazi con la forma giusta degli aggettivi in blu del dialogo precedente.

l'aspetto...

è. .. l non è molto...

ha gli occhi:

...e il carattere

e...
...............................

:)

3

:#anti patico

:(

a l l eg ro:# triste

:(

:)

genti le:# sco rtese

:)

:(

Leggete queste parole dell'unità 1: "una giornata importante", "dialogo precedente",
"gli occhi verdi", "ragazzi interessanti". Che cosa notate? Osservate la tabella.

Aggettivi in -e

4

i l ra gazzo

i ragazzi

la ra gazza

le rag azze

Con i sostantivi (riquadro blu) e gli aggettivi (riquadro rosso) dati formate frasi come

questa: "l ragazzi sono intelligenti".

casa esercizio giorno
ragazze professore

è/s o n o

i m portante gentile tristi
g ra nde i ntel l igente d iffi ci l e
12e 1 3

A sc u o la

5

oso in
Si ch iam a Eros ed è fam
pe te di
tu tto il mondo. Cosa sa
lui? Co mp let ate co n:
i capelli
il piede
l'occhio
il naso

6

ici.
De sc riv ete i no str i 5 am

7

Scriviamo

, età, carattere,
mi gli ore amica (nome
tua
/la
ico
am
ore
gli
Descrivi il tuo mi
ecc.). (40-50 parole)
po siete am ici /am ich e
tem
to
an
qu
da
,
tto
pe
as

14

Test finale

ed izi o n i Ed i l i n ua

Leggete i testi di queste due pagine e fate un confronto con la scuola del vostro
,
Paese.
L'ordina mento del l a scuol a ita l iana

���.:!;·:� tipo di scuola

età

.!"- ••'·l

Scuola materna

d a i 2,5- 3 a i 5,5-6

Scuola elementare

dai 5,5- 6 ai l 0,5-11

Scuola m edia

d ai 1 0,5-11 ai 1 3,5-1 4

Scuola s u periore

d ai 1 3 ,5-14 a i 1 8,5-1 9

Quante scuole italiane!

I n E u ro pa, i n N o rd e S u d A m e rica, i n Africa,
in A u stra l i a , in Asia: circa l 50 scuole ita l i a n e!
Sem b ra i n c red i b i l e, m a sono p resenti q u a s i
i n tutto i l m o ndo! A n c h e n e l vostro Pa ese?

ica
Una scuola multietn

ita lia n a so­
N e l l e c l as si de l l a scu ola
l u n ni p r_ov e_­
n o s e m p re di più gli a
I'Ai bam a, Il
n i e nti da lla Ro m a n ia ,
nis ia, l'Ec ua­
Ma roc co, l a Cin a, la Tu
!
d o r e da alt ri 190 Pa esi

Quanti nomi!

Og n i s c u o l a ha i l n o m e di u n pe rso n a g gio, s pesso mo lto fa moso:
C ristofo ro Colom bo, Alessa n d ro Vo lta, Ga lileo Ga lilei, Leo n a rd o da Vi n ci,
Anto nio Meu cci, Lu i g i P i ra n d e l l o, A l e s sa n d ro Ma nzo ni ecc. Sa pete q u a l cosa di q u esti per­
so n a g gi? I n cop pia cercate informazioni s u I nternet e pa rlate n e in c l a sse.

Su www.edilingua. it trovate le @ttività online di Progetto ita l iano Jun ior.

P nvgettiam(!}!
Lavorate in cop pia . Fate u n a rice rca n e l l a vostra scuola: q u a li s on o le m aterie p referi­
te? O g n i cop pia p u ò fa re l a ricerca in una c l a sse d ive rsa. Poi co nfro ntate l e stati stich e
con l e a l t re c o p p i e .

Autovalutazione

1.

S a pete ? Abbi nate
. . •

Unità

le due colonne.

a. Mio padre è professore.

1 . s a l utare
2. descrivere l 'a s petto
3 . c h i ed e re l 'età
4. d a re i nformazio n i

b. Quan ti anni ha tuo fratello ?
c. Ci vediamo ragazzi, ciao!
d. Sì, ha gli occhi grandi e verdi.

2. Abbinate le frasi .
1 . Pa r l a m olto bene l 'ita l i a no!

a . Con u n'a m ica di scuol a .

2 . Con c h i pa r l a Roberto?

b. G razie. M o lto genti le.

3 . B u o n g iorno, io sono l a p ro fessoressa A rc u r i .

c.

4. Com'è D i n o ?

d . Piacere. l o sono l a m a m m a d i Pao l o.

� u n ragazzo m olto s i m patico.

3 . Vero o falso? Osservate l ' i mmagine e rispondete.

1 . Alessia h a i ca pel l i n e r i .

2.
3.
4.
S.

4.

Scoprite
D= 1

§.

-----

G i u l ia è tri ste.
D i n o ha la bocca g ra n d e.
Pao l o è m o l to basso.
C h i a ra è b i o n d a .

cosa fa Di no.
1 =2

N=3

0=4

M=S

A=6

P= 7

L=8

E=9

5= 1 0

G=1 1

Per cominciare ...
1

Osservate le foto. Quali d i queste cose amate fare nel tempo libero?

g u a rd a re la televi s i o n e

Ascoltate una prima volta il dialogo. Come passano il tempo libero i nostri amici?

Cercate, anche con l'aiuto delle vignette di pagina 3 2 , di riassumere il dialogo
ascoltato.

1 . impariamo a invitare, ad accettare/rifiutare un invito, i giorni della settimana, i
numeri cardinali da 30 a 1 00, i numeri ordinali, a chiedere/dare l'indirizzo, a descrivere
l'abitazione, a parlare del tempo libero, a chiedere e dire l'ora;
.

..

. conosciamo il presente indicativo di alcuni verbi irreg olari e dei verbi moda/i, e
alcune preposizioni;

2
3

.

..

impariamo il lessico relativo ai mezzi di trasporto urbano e troviamo informazioni
sui passatempi dei ragazzi italiani.
.

...

l

& •



edizioni

Edili n g u a

Dove andate di solito?
In coppia, provate a inserire nel dialogo le battute mancanti, date sotto. Poi riascoltate
·

per la verifica.
S impatici Giulia, Pao lo e Dino!

Perfetto! A l lora, che fai sabato?
A I I'Odeon danno il nuovo f i l m
c o n Orlando Bloom. Vieni?
And iamo con mia madre.
E dove andate di sol ito? l S iete molti amici, vero? l Perché no?
A nche a me p iace il c i nema. l Giulia e_ D i no vengono con te, no?

Tempo libero
2

In coppia assumete i ruoli di A lessia e Chiara e leggete il dialogo.

3

Indicate le affermazioni presenti n e l dialogo.
1.

l rag a zzi esco n o s o l o i l fine sett i m a n a .

2 . N o n a m a n o fa re t u tti l e stesse cose.

3. Pao l o non va s pesso al c i n e m a .

4.

A G i u l i a p i a ce m o lto O r l a n d o B l o o m .

S. C hia ra accetta l 'i nvito d i A l essia .

4

Rispondete a l l e domande.
1.

Cosa p i a ce fa re ai rag azzi q u a n d o esco n o ?

2 . C h i d e i ra gazzi n o n v a se m p re a l c i n e m a ? Perché?
3.

C h e cosa piace m o lto a G i u l i a ?

4 . D i q u a l e fi l m p a rl a n o l e d u e ra gazze?

5

I n coppia osservate q ueste frasi. Cosa significano n e l la vostra lingua le parole i n b l u ?

1.

Siete m o lto a m i ci, ve ro ?

3.

A m e per esem pio piace m o lto i l c i n e m a .

2 . Cioè?
4.

Perfetto! A l l o ra , c h e fa i sa bato?

S. Sa bato? Pe rc h é n o?

6

Comp letate il dialogo tra Chiara e la madre con : fa, vie ne,

a n date, d a n n o, esce.

mamma: E dove ................................ d o m a n i ?
Chiara:

A I I 'Odeon . .............................. il n u ovo fi l m con
.

Orlando B l oo m . Bel l o Bloom, m a m ma, n o ?

mamma: Sì , è bel l o. E chi a ltro ................................ con vo i ?
Chiara:

A l essia, G i u l i a e D i no. D i solito Pao l o n o n
................................ c o n l o ro i l sa bato.

mamma: Perché n o, che ................................ il sa bato?
Chiara:

I l fi n e sett i m a n a g ioca a ca l cio.

mamma: Ah ... A che o ra avete a p p u nta m ento?
Chiara:

A l l e S.

mamma: Bene.

ed izi oni Ed i l i ng u a

7

Lavo rate i n coppia. Comp letate la tabe l la con i verbi de l l ' attività A6.
Presente indicativo
Verbi irregolari

venire

vado

ve n g o

vai

al c i n e m a

da Bari

vieni

va
andiamo

ve n i a m o
a Roma

a casa

ven ite

uscire

la 1 a m e d i a

fa cc i a m o

esco
esci

spesso

usciamo
ta nte cose

u scite

da s c u o l a

O ra lmente, mettete i n ordi ne le paro l e . U n o solo dei verbi dati i n ogni frase è corretto.
1.

2.

3.
4.

con

A n n a e Fra n c a ?
p erc�é

ra gazzi

in

andiamo

ce nt ro ?

va n n o

non

1 -4

Tempo libero
Vieni con noi?
1

Leggete e asco ltate i mini dia logh i .


P i etro, v i e n i c o n n o i a l c i n e m a sta sera ?



Ma dai, oggi è sa bato!



Che fa i d o ma n i ? A n d i a m o a g i oca re a



P u rtro p p o n o n posso, d evo stu d i a re.

pa l l a c a n estro?



Carla, dopo l a s c u o l a noi a n d i a m o a m a n g i a re q u a l­



Certo ! Pa n i n o o p izza ?



Senti, perché n o n v i e n i a n c h e tu a l l a festa sa bato?



2

cosa . Vuoi ve n i re?

Mi d i s p i a ce, m a è il com p l ea n n o di u n'a m i c a .

Comp letate usando anche le espressi oni evi den ziate in b l u nel p u nto B 1 .
l.




2. •


3.

4.

Vi e n i a l c i n e m a con m e e M a r i a ?
.

.

.

. ..

.. ......... ..... ......... .

.....

... . . . .

. . . ... ............

. .... , è u n'ott i m a i d e a .

................. .

... . . . . . .. . ..
. . . . ... ... ...

... .

.....

festa ?

M i d i s p i ace, n o n posso.



Rag azz i , ....................................................... ?



Vo l e nt i e r i !



D o m e n i ca v u o i ve n i re a casa m i a ?
G i o c h i a m o c o n l a p l aystation .

.

· · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · ·· · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · ·

l giorni del la

setti m a n a

l u n edì
m a rtedì
m e rcol edì
g i ovedì
ve n e rdì
sa bato
dom e n ica

ed izi o n i Ed i l i ng u a

Accettare un invito

Rifiutare un invito

Vieni . ?
Vuoi venire ?

Sì, grazie! l Con piacere!

Mi dispiace, ma non posso.

Andiamo .. ?

D'accordo!

No, grazie, devo . . .

Che ne dici di... ?

Perché n o ?

Invitare
..

Certo! l Volen tieri!

...

.

È u n a bella idea.

Perché non . . . ?

3

Purtroppo non posso.

:) Sei A : osserva le foto e i nvita 8 :

a m a n g i a re u n pa n i n o

a u n a festa

a fa re s pese

a fa re i co m p iti i n s i e m e

a p re n d e re u n g e l ato

:) S e i 8: accetta o rifi uta g l i i nviti di A.

4

5

Lavorate in cop pia. Avete c i n q u e m i n uti di tempo: vediamo q u ante parole potete
c reare con ogni gruppo di lettere dato !
1

.

••

2.

3.



••

••

••••

Il

Tempo libero

O

Perché non venite a casa mia?

1

Descrivete la vignetta in a lto a destra .

2

Ascoltate i l dialogo e rispon dete a l le domande.
1 . C h i i nvita a ca sa s u a A l ess ia ?
2 . C h e cosa posso n o fa re da l e i ?

3 . Cosa fa C h i a ra n e l te m po l i be ro ?

4. Dov'è l a casa di A l e s s i a ?

5 . Q u a l e a utobus deve p re n d e re C h i a ra ?

3

Ascoltate di n u ovo e com p letate con le parole mancanti .
Chiara:

B e l l o i l fi l m , n o ?

Giulia:

Bello Bloom!

Alessia:

Se ntite ragazzi, perché n o n ven ite a casa m i a
.................................. matt i n a ?

Giulia:

Ce rto, perché n o ?

Dino:

Ma è do m e n ica! N o n so, io vog l i o do rm i re u n po' ...

Alessia:

D a i , pos s i a m o fa re ta nte cose: ascolta re la m u s i ca,
g i oca re al co m p uter, m a ngia re i n s i e m e ...

Dino:

M a n gia re? Ecco u n passate m po i nteressa nte!
I n s i em e al co m p uter ovv i a m e nte!

Giulia:

Uffa, D i n o ! C h i a ra, a te cosa piace fa re n e l te m po
l i bero?

Chiara:

A m e ? Ta nte cose: l e g g e re, ascolta re la m u s ica, ba l l a re ... Ah ... d ove a b iti, A l e s s i a ?

Alessia:

Abito i n Via Petra rca, 1 4 al .................................. p i a no. Se
vieni in a uto b u s, devi p re n d e re il 24 e ................................. .

a l l a te rza fermata d op o l a s c u o l a . È sem p l i ce.

4

5

Chiara:

O k, fac i l e !

Dino:

Senti, A i e, avviso a n c h e Pa o l o, va bene?

Alessia:

Perfetto. A l l o ra, a do m a ni!

Lavorate i n coppi a . Scegliete u n a delle parole i n b l u n e l
testo e pensate a u n ' a ltra possi bi le domanda.

Confrontate le vostre frasi con q u e l le dei com pagn i .

Os se rv at e:

Pe rc h é no n ve n
ite a ca sa
m ia ?
-

(Pa zie nza , di pi ù
a pa g. 53)

edizioni Ed i l i ng u a

6

Rigua rdate i l dialogo precedente e comp letate la tabe l l a . N otate anche da cosa sono
seguiti questi verbi .
l verbi modali

.

io

posso

tu

puoi

vuoi

························

l u i , l e i , Le i

può

vuole

deve

................ .......

vog l ia m o

dobbiamo

potete

vo l ete

dovete

noi
voi

. .. ..... .......... .....

.

d evo

dgvo n o

7

1 . Perc h é G i a n n a è triste?

Rispondete ora l m e nte a l le domande
con le forme gi u ste dei verbi .

(non potere venire al cinema con noi)

3. A che o ra d ovete to r n a re a casa?

2. Cosa fa i sa bato matt i n a ?
(volere andare i n cen tro a fare spese)

(dovere tornare alle sei)

4 . Perc h é C a r l a stud ia ta nte o re?

5. Ma d ove va Patrizia?

(volere prendere un voto alto)

.e
1

(dovere tornare a casa presto)
6

Un appartamento al quarto piano
Questo è l ' appartamento di Alessia. I n coppia scrivete accanto a l le camere i l nu mero gi usto .
cucina

bag n o

4

stu d i o

s a l otto

ca m e ra da l etto

sa l a da p ra nzo

7

Tempo libero
2

l numeri ordinali
1 • pri m o

2• seco n d o
3• terzo

3

4• q u a rto
s · q u i nto
6• sesto

7• sett i m o
s· ottavo
g• n o n o

1 0• d ecimo

1 1 • u n d ices i m o

1 2• dod ices i m o

Nota: d a ll ' l l i n
poi tutti i n u meri
fi n i scono
in -esimo:
undic�simo

E voi , dove abitate? A q u a le piano? Quante camere ha la vostra casa?

(p. 1 44)

8

Scam biatevi i nformazioni con un compagno.

Che fai nel tempo libero?
Lavorate i n coppi a . Asco ltate i ragazzi e i n dicate le attività che fan n o n e l tempo libero.

2

Riasco ltate u n a o d u e vo lte l ' i ntervista e i ndicate le tre i nformazioni presenti .
1.

Tutti e q u attro i rag azzi amano la m u s i ca .

2.

U n a ra gazza s u o n a i n casa, og n i g iorno p e r circa u n'o ra .

3. U n ra gazzo g i oca a pa l lacanestro.

4. Per u na ragazza, i l suo hobby, la da nza, è u na pa ssione che ha da picco l a .
S.

U n ragazzo non fa sport.

6. U na ra gazza va a sc uola so l o q u att ro g iorni a l l a settimana.

3

Parliamo e scrivi amo
1 . Q u a l e d e i pa ssate m p i citati a voi n o n p i a c c i o n o e perc h é ?
Di sol ito q u a l i s o n o i passate m p i preferiti d a i rag azzi e q u a l i d a l l e ra g azze?

3. G e n e ra l m ente avete a b ba sta nza te m po l i bero o no? Perché?

2 . E voi , come passate i l te m po l i bero? C h i ed ete a n c h e a l vostro co m pa­

fZ

g n o d i banco e poi riferite a l l a c l asse ("a l u i/ le i pia ce .. :' ) .

4. Scrivi u n'e- ma i l a u n a m ico ita l i a n o per ra cco nta re come passi i l tem po
l i be ro. (50-60 parole)

Osse rvate a l c u n e frasi di q uesta u nità : "al te rzo pi a n o " , "ve n i te a casa m i a " , "se vi e n i i n
autobus " . I n coppi a , com p letate l a tabe l la con i n e a.
Le preposi zioni

in

i n I ta l ia, i n S p a g n a ecc.
i n centro, i n d i scoteca, i n città, i n fa rmacia, i n vaca nza
in a uto b u s, in macch i n a , in m oto ecc.

a

a Roma, a Pa r i g i ecc.
a casa, a l etto, a teatro, a scuola, a u n a festa
a stud i a re, a fa re s pese, a ba l l a re, a p i e d i

al

a l ci n e m a , a l ma re, a l ba r, a l ri stora nte, a l p ri m o p i a n o

da

da u n a m i co, da Anto n i o, d a l d ottore

vado
{ sono)

I ta l ia, Germ a n ia, a e reo, m et rò
vengo

parto

5

F i ren ze, casa, teatro
da

da S i e n a , da Napoli, da te, da solo

da

da To r i n o, da Peru g i a

per

per F i re n ze, per B a rce l l o n a
p e r l ' I ta l ia, per g l i Stati U n iti

Rispon dete ora l mente a l le domande secondo i l mode l l o .
Dove a ndate stasera? (cinema) Andiamo a l cinema.
l. Va i a scu o l a a p i ed i ? (no, autobus)

·

1

2.

Dove d ovete a n d a re d o m a n i ? (cen tro)

3. Da d ove v i e n e Lucio? (Palermo)
4. Dove va Fra n co ? (Pietro)

Che ora è? l Che ore sono?
l n u meri da 3 0 a 1 00 . I n coppi a comp letate la tabe l la .

...... trenta

31 trent u n o

60 sessa nta
70 setta nta

4 0 ............................ .

80 otta nta

45 q u a ra ntacin q u e

90 .......................... .

...... cin q u a nta

9 - 11

libero
2

Osservate .

meno venti

Sono le diciotto
e tren tacinque

È mezzogiorno

È l'una e l meno dieci

� mezzogiorno e l m eno un quarto

� mezzanotte e mezzola (trenta)

3

Sono le ven ti
e cinquan ta

Sono le quattro e l meno venti

S on o le dodici e l meno cinque
Sono l e ven ti e trenta

Disegnate le lancette degli orologi.

/

4

È mezzanotte

Sono le tre

Sono le otto

e ven ti

meno un quarto

For mulate le domande e le
risposte secondo il modello.

12e 13

Test fi n a l e

È l'una e mezzo

Sono le due
meno cinque

Scusi, s i g n o ra , c h e o re sono?

(8:40)

Sono le nove meno venti l Sono le otto e quaranta.

ed izioni E d i l i

l mezzi di trasporto urbano
Abbi nate le descri zioni a l le foto.
1 . a u to b u s,

2 . tra m , 3 . fe r m a ta d e l l 'a uto b u s,

5 . l i n ea d e l m e t rò,

6. m o to r i n o,

7. b i c i c l etta

4. staz i o n e d e l m et rò,

Lavorate in coppi a . Cosa pensate di q uesti mezzi ? Sono eco logici e ve loci ?
Comp letate la tabe l la con : ) e : (

mezzo
macchina (dentro la città)

ecologico
:( :( :(

ve loce
:(

a uto b u s
tra m
bic i c l etta
m otori n o
metropolita n a

Su www. edi li ngua . it trovate delle

@ttività o n l i n e sui mezzi di trasporto u rbano.



Il tempo libero dei ragazzi italiani
Ecco a l c u n i dei passatempi p referiti dai giovani italiani .

Lo s port p i a ce e fa b e n e ! I l c a l ­
c i o, l a p a l l a c a n estro, l a pa l l avo­
l o, la g i n n a stica (foto), m a a n c h e
l a d a nza , s o n o m o l to d iffu s i .

Asco lta re m u s i ca , sop ratt u tto que l l a

I n t e r n et :

n a v i g a re, c h atta re,

è s pesso u n pas­

b l og g a re e a ltro. A casa, n eg l i

sate m p o "para l l e l o": si p u ò ascolta re i n

i nternet poi nt o c o n i l c e l l u l a re.

i ta l ia n a . Ma la m u s ica
og n i m o m ento.

Sta re con g l i a m i c i : a s c u o l a , i n
Leg g e re: l i b r i , rivi ste ( Top

giri, Focus junior, r i v i ste

G i oc a re con i v i d e o g i o c h i : n e l l e sa l e

p i azza, a l c i n e m a , i n p i zze r i a .

g i o c h i , a casa, n e i p u nt i I nte r n et ecc.

G ra z i e a l cel l u l a re e a i messag­
g i n i poi

sportive ecc.), fu m etti .

onli ne s u i passate m p i dei ragazzi italia ni .

a . Lavorate i n gruppi d i

è pos s i b i l e "sta re s e m ­

pre i n si e m e".

Sem pre su www. edil i ngu a . it potete scegliere

Pr€)gettiam€) !

·

@ttività

3. Ch iedete ad a l c u n i ragazzi e

ragazze della vostra scuola come passa n o i l tem po l i bero.
b. Sca m biatevi i nformazion i con g l i a ltri g r u p p i : tutti i n­
sieme prepa rate u n a stati stica s u i passate m p i p referiti
dai ragazzi e d a l l e ragazze d e l l a vostra scuo l a .
c. Confrontate i risu ltati della vostra ricerca con la ta bel­
la a destra . Potete fa rlo a nche per iscritto, sotto forma di
a rticolo (50-70 parole).

Autovalutazione

l . d i re c h e g i or n o è
2. i nvitare
3. a ccetta re u n i n vito
4. chiedere l 'i n d i rizzo

a . Che n e dici? Vieni anche tu ?
b. Oggi è venerdì.
c. Vengo io a casa tua. Dove abiti?
d. t veramen te una bella idea!

l . Q u a l è i l t u o passate m po preferito?
2. Perché n o n v i e n i c o n n oi?
3. Co m e sta, s i g n o r Lenti n i ?
4. Fa ccia m o ta rd i ? A c h e o ra tornia mo ?

a . Bene, g razie. E Lei ?
b. P r i m a di m ezza n otte.
c . N o g razie, d evo stu d i a re.
d . Ce rta m e nte l e g g e re e c hatta re.

giorni

sport

mezzi d i
trasporto

,.,

t
'·a•;::·� O:- �'�'F
• ,.

,.�

"' ''-"

,..�

·--· ..,,

sa bato
d o m e n ica
metrò
m e rcoledì

a utob u s
ven e rdì
pa l l a c a nestro
gin n a stica

pa l lavo l o
b i c i c l etta
tre n o
calcio

PHO.GJTTO ITALIANO 1
JU�(@t"

Per cominciare ...
1

Lavorate i n coppia. Quali d e l le
fu nzioni raffigurate a destra
usate di pi ù e q u a li di meno?

2

I nternet offre tante possi bi lità .
Qua li apprezzate di pi ù ?

3
o I n te rnet?

4
5

Asco ltate i l dia logo e p rovate a raccontare q u e l lo che
capite.
Asco ltate di n u ovo e i ndicate se le affermazioni sono
vere o fa lse.
1 . C h i a ra i n cont ra Pa o l o per stra d a .
2 . Pa o l o aspetta D i n o e Alessia.

3. Pao l o telefona a D i n o, ma lui n o n risponde.
4. Pao l o crede d i sapere dov'è Di no.

5 . C h i a ra decide d i a n d a re da Alessia d a sola.

6. Dino è a casa, davanti a l co m p uter.

1 . . impariamo a chiedere e dare informazioni sull'orario, a esprimere incertezza e
.

.

dubbio, a localizzare gli oggetti nello spazio, a esprimere possesso, a ringraziare e a
rispondere a un ringraziamento;

2 .. conosciamo le preposizioni articolate e il /oro uso, c'è/ci s o n o, il partitivo, i possessivi (prima parte);
.

.

3 . . troviamo in formazioni sul modo di comunicare dei giovani.
.

.

.

1
r

ed izi o n i Ed i l i ngua

Alle 10.30 del mattino?!
� 1

Ri asco ltate leggendo i fu metti . Verificate le vostre risposte a l l ' attività p recedente .
Ciao papà, a dopo! Oh,
ciao Paolo. Come va?

A l le 10.20 . . è in ritardo. E al
.

Ciao Ch iara. Bene,
aspetto Dino per sal i re
insieme da Alessia.

Forse è ancora
a casa ...

A l l'Internet point?

Vediamo ... no, non

A l l e 10.30 del mattino?

risponde nessuno ...
Aspetta, forse so dov'è.
Vieni con me?

point qui vicino.
Veramente sono le 10.40. E po i questo è il
tuo messaggio di ieri: 10.20, non 10.30!
Davvero? Ok, un attimo che
supero i l secondo l ivel lo ...

In

contatto

2

Ass u m ete i ruoli di Chi ara , Pao lo e Di no e leggete i l dialogo .

3

Rispon dete a l le domande.

Unità

l . Con chi ha a p p u nta m e nto Pa o l o ? Dove d evo n o a n d a re?

2 . Pa o l o d ove pensa di trova re D i n o ?

3. Perc h é C h i a ra s e m b ra sorpresa ?

4. Cosa fa D i n o a l l ' I nte rnet poi nt?

4

I n coppia osservate i messaggi ni di Paolo e Di no. Potete capi re l ' ord i n e gi usto?

5

Osservate queste frasi . Cosa significano n e l la vostra li ngua le parti i n b l u ?
l . Ma s a i c h e o re s o n o ? !

2 . Davve ro? Ok, u n att i m o c h e s u pero . . .

3 . D i n o, s i a m o g i à i n rita rdo. S u, a n d i a m o!
Potete usare una di q u este parole o esp ressioni per fo rmare una frase?
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
.
'

6

Nei fumetti di pag. 46 c ' è u n a
parola evidenziata in b l u : è
u n a p reposizi one artico lata ,
cioè u n a p reposi zione + u n
articolo determi nativo .
Sotto li neate n e l testo le a l ­
tre p reposi zioni artico late .

edizio n i Ed i l i ngua

7

Lavorate i n coppi a . Comp letate la tabe l la .

a+il

=

al

a+i

=

a+la

=

a l la

a+le

=

a+lo

=

allo

a +g l i

=

ai

in+il

=

nel

··················

i n+la

=

. .. .. ..... ..

agli

i n+lo

=

nello

.

..

.

a+l' = a ll'

.

.

in+i

=

nei

in+le

=

nelle

i n +g l i

=

n eg l i

i n+l ' = n e l l '

di+i

=

dei

da+il

della

di+le

=

delle

da+la = dalla

da+le = dalle

dello

d i +g l i

=

d eg l i

da+lo

da+g l i

di+il

= ..................

di+la

=

di+lo

=

=

=

d a+ i

dal
. . ..... . . . . . . . . . . .

= dai

=

dagli

da+l' = d a l l '

di+l' = dell'
M a:

su+i l

=

...... . .........

su+la

=

su+lo

=

s u+ i

=

sui

sulla

su+le

=

sulle

sullo

s u +g l i = s u g l i

..

su+l' = su ll'

8

A r riva c o n i l t r e n o d e l l e otto.
( n e l l a l i n g ua pa r lata a n c h e col treno)
Un reg a l o p e r il tuo c o m p l e a n n o .
F ra g l i stu d e n t i c 'è a n c h e u n b ra s i l i a n o .

Ri spondete a l le domande secondo i l modello.

Dove va i ? (da/medico) c) D a l m e d i co.

1 . Da d ove viene A l ice?

2. S a i d ove sono i g u a nt i ?

4. Dove sono l e riviste?

5 . Va i spesso a l c i n e m a ?

(da/Olanda)

(su/tavolo)

(in/cassetto)

(una volta almese)

3 . Di c h i s on o q uesti l i b r i ?
(di/ragazzi)

6. S a i d ove s o n o le c h i avi?
(in/borsa)
1

-

3


Aperçu du document Progetto_Italiano_Junior_-_Volume_I.pdf - page 1/172
 
Progetto_Italiano_Junior_-_Volume_I.pdf - page 2/172
Progetto_Italiano_Junior_-_Volume_I.pdf - page 3/172
Progetto_Italiano_Junior_-_Volume_I.pdf - page 4/172
Progetto_Italiano_Junior_-_Volume_I.pdf - page 5/172
Progetto_Italiano_Junior_-_Volume_I.pdf - page 6/172
 




Télécharger le fichier (PDF)


Progetto_Italiano_Junior_-_Volume_I.pdf (PDF, 46.3 Mo)

Télécharger
Formats alternatifs: ZIP



Documents similaires


progetto italiano junior volume i
italiano facile
siti attivita italiano per stranieri
imparare a leggere e scrivere in italiano l2
ilcittadino 15122012 pagina 12
joint document