Fichier PDF

Partage, hébergement, conversion et archivage facile de documents au format PDF

Partager un fichier Mes fichiers Convertir un fichier Boite à outils PDF Recherche PDF Aide Contact



Ora una casa ce l'ho.pdf


Aperçu du fichier PDF ora-una-casa-ce-l-ho.pdf

Page 1 234253

Aperçu texte


mossi da ideali di giustizia e quelli con una gran voglia di far male ai profittatori, che
erano quelli che durante gli anni del fascismo gestivano il mercato nero e la
delazione.

Due passi nel fascismo, a quando avrei avuto 8 anni e sarei diventato figlio della lupa
o meglio ancora pulcino di una grande formazione di lecca culi. Avrei indossato un
pantaloncino nero, una camicia bianca, una cintura bianca e una emme di latta lucida
in petto e un moschetto di legno in spalla. Ma per adesso, non corriamo troppo e
riprendiamo in mano i nostri Ragazzi di Raddusa, nel nome di tutti e di nonno che se
li portò in Brasile "terra di sogni e di chimere", in una avventura che doveva essere
come in un sogno senza fine. I figli che si portò dietro, erano i primi tre di una serie
di undici figli. Ma in Brasile, sarebbe stato bello come dicevano?
Quante miglia di mare, quante tempeste di vita e quante di acqua salata, e quanta era
lontana quella terra!
La loro vita? Non fu una passeggiata in mare e né sulla terra. I nostri ragazzi d'allora,
diffidarono della proposta del padre, ma una volta che vi giunsero, se ne
innamorarono. Dieci anni! Fatiche, miseria meno dura di quella siciliana , con meno
violenza per coesistere con quel nuovo mondo che era già vecchio e senza speranze.
Erano partiti per non tornare più, con l'idea che l'Etna, se l'avesse voluto, poteva
inghiottire Catania e la sua provincia. Nonno era deciso a gemellarsi con quella terra
di sambe e desafinados.
Padre, madre e sette figli; dieci anni dopo sarebbero ritornati in Sicilia, convinti di
fare notizia, non certo perché avevano indossato un'altra pelle, ma solo perché meno
poveri di prima, più numerosi, quello sì! Mani vuote e un solo paia di scarpe in mano
per non consumarle, partirono con privazioni che li avrebbero fatto crescere alla
meno peggio. Michelangelo e Peppino, di quei figlioli erano i soli che avevano
qualche vago ricordo della collina dei miei nonni.

" Veni, vidi e tutti insieme, non vinsero"
2