3 l'iMMIGRAZIONE BESSMA .pdf


Nom original: 3 l'iMMIGRAZIONE BESSMA.pdf
Titre: l'iMMIGRAZIONE BESSMA 3
Auteur: Exselcior

Ce document au format PDF 1.4 a été généré par PDFCreator Free 3.5.1, et a été envoyé sur fichier-pdf.fr le 26/10/2019 à 11:29, depuis l'adresse IP 41.140.x.x. La présente page de téléchargement du fichier a été vue 90 fois.
Taille du document: 1.2 Mo (2 pages).
Confidentialité: fichier public


Aperçu du document


Ideissima

‫رة‬

L’immigrazione in Italia
BASMA EL MESLOUKI

’immigrazione è un fenomeno
che esiste dall’inizio della storia
dell’uomo ovvero millioni d’anni.
E’ un fenomeno che interessa
l’intero pianeta ed è comune a tutti i
popoli. Numerosi sono i paesi che
erano e che sono ad oggi soggetti
d’immigrazione e che sono per molta
gente un sogno e uno scopo da
ranggiungere.Tra
questi
paesi,
considerati
sviluppati,
l’Italia
rappresenta un caso particolare dal
punto di vista migratorio. Infatti,
prima l’Italia era un paese
d’emigrazione
e
sono
stati
principalmente gli italiani ad essere i
protagonisti del più grande esodo
migratori. Verso la fine del 19esimo
secolo, « la diffusione della povertà
e l’esistenza di nuclei familiari molto
numerosi ( 10-12 figli in media )
hanno spinto molti italiani a
trasferirsi all’estero alla ricerca di
una nuova vita . Ma negli ultimi
decenni, l’Italia è diventata una metà
d’immigrazione affrontando l’arrivo
di diversi immigrati.

Dagli anni 70 fino ad oggi, tanti
immigrati raggiungono la penisola
per scappare da condizioni disagiate
nelle proprie terre d’origine e per
cercare una vita migliore. Secondo i
dati forniti dall’Istat ( Istituto
nazionale di statistica ) nel 2016, i
rumeni rappresentano la comunità
straniera più presente in Italia con
1,2millioni di cittadini, ovvero il
23% della popolazione straniera.
Seguono gli albanesi per il 9,3%
della popolazione straniera, dopo
quella marocchina con il 8,7%, poi i
cinesi con il 5,7% e gli ucraini con
il 4,65%.

L

L’età media degli stranieri in Italia è
di 32,5 anni. Nel 2009, i minorenni
erano più di 932 mila mentre gli
stranieri nati in Italia erano ormai
573 mila cioè il 13,5% del totale
degli stranieri, e nel 2010 hanno
rappresentato il 14 % del totale delle
nascite .
Molti sono i motivi che spingono gli
immigrati a stabilirsi in Italia.
Inanzitutto, la causa principale è la

8

posizione geografica del paese :
Esposto per la maggior parte al
mare, l’Italia rappresenta cosὶ la più

semplice frontiera da attraversare per
arrivare in Europa.

In secondo luogo, troviamo e le
condizioni sociali, economiche e
politiche scarse, la mancanza di
lavoro nel proprio paese, il sogno di
trovare benessere in Italia e tanti
scappano dalle guerre e dai conflitti
razziali. Si assiste ultimamente ad
una nuova forma d’immigrazione
che
consiste
nel
reclutare
competenze intellettuali.

della crisi, quindi molti stranieri si
sono trovati disoccupati e sono
diventati cosὶ una preda facile per lo
sfruttamento al lavoro nero e
addirittura dalle organizzazioni
criminali.
Accanto a tutto questo, ci sono altri
problemi di genere sociale e
culturale,
soprattutto
quelli
dell’integrazione e del razzismo,
che rappresentano una sofferenza
quotidiana per gli immigrati. Quindi
lo stato deve migliorare la situazione
economica e sociale degli immigrati,
garantendoli dignità e diritto ad una
vita migliore.

Tra i numerosi problemi che
affrontano gli immigrati in Italia , ci
sono quelli economici : dopo la crisi
economica del 2008, l’Italia
purtroppo non ha potuto riprendersi
e creare nuovi posti di lavoro, anzi
tante aziende hanno chiuso per colpa

9


3 l'iMMIGRAZIONE BESSMA.pdf - page 1/2
3 l'iMMIGRAZIONE BESSMA.pdf - page 2/2


Télécharger le fichier (PDF)

3 l'iMMIGRAZIONE BESSMA.pdf (PDF, 1.2 Mo)

Télécharger
Formats alternatifs: ZIP







Documents similaires


3 limmigrazione bessma
elezioni consiglio costituente pdp 1
italiano facile
farid gabteni il messaggio originale dellislam
pieghevole falsimiti ristretti a4 fronte retro
siti attivita italiano per stranieri